Spagna, concorrente scandalizza “Masterchef”

L’ultima puntata dell’ottava edizione di Masterchef, in Spagna, è andata di traverso a milioni di telespettatori. La concorrente Saray, gitana e transessuale, originaria di Cordoba, ha infatti presentato ai giurati della trasmissione televisiva un piatto che ha lasciato tutti senza parole: “Uccello morto su un piatto”.
Protagonista involontaria una pernice, che la concorrente, in polemica fin dall’inizio coi giurati e già castigata con il “grembiule nero”, si è rifiutata di ripulire dalle piume e di cucinare, limitandosi a piazzarla su un “letto” di salsa, mettendoci sopra tre pomodorini e delle verdure intorno.

Una proposta che ovviamente scandalizzato tutti e che è costata l’espulsione immediata alla concorrente, la quale ha anche rimproverato polemicamente ai giurati di non aver provato la pietanza prima di giudicarla.

Provocazioni a parte, però, lo shock va ben oltre l’improponibilità culinaria: l’immagine di quell’uccello morto su un piatto colpisce allo stomaco perché ci ricorda in maniera brutale e selvaggia che ci nutriamo di animali. Abituati al prodotto finito confezionato per noi dalla iper-produttiva industria della carne, ben contenti che ci sia chi fa per noi il lavoro sporco, tendiamo psicologicamente a rimuovere la realtà, evitando di confrontarci con la nostra stessa animalità.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.