National Geographic: “le razze non esistono, scusateci per il passato”

Queste due gemelle, una nera e una bianca, ti faranno ripensare al concetto di razza“. Ecco il titolo di copertina del numero di aprile del National Geographic, rivista statunitense fondata nel lontano 1888 ed oggi tradotta in ben 31 lingue diverse, che per il numero in uscita propone appunto la foto di due gemelle nate da una coppia di Birmingham, lei inglese di nascita, lui di origini giamaicane.

Da “donna” e da “ebrea”, appartenente quindi a categorie a rischio discriminazione – spiega Susan Goldberg, caporedattrice della rivista – “ferisce condividere le terribili storie del passato di questo magazine. Ma quando abbiamo deciso di dedicare il nostro numero di aprile al tema della razza, abbiamo pensato di dover esaminare per prima la nostra stessa storia prima di voltare lo sguardo sugli altri”. Ecco perché, prima di tutto, nel suo pezzo d’apertura ha inteso ammettere: “Per decenni, abbiamo offerto un servizio razzista. Per andare oltre il nostro passato, dobbiamo esserne consapevoli“. Continua a leggere