Mattia Santori e le sardine in piazza con la benedizione del gruppo Gedi

Il leader delle “sardine” Mattia Santori ospite di Fabio Fazio

Chi c’è dietro le sardine? E perché all’improvviso sono finiti al centro dell’attenzione mediatica? Sono davvero apartitici?

Secondo una interessante inchiesta di Francesca Totolo, pubblicata sul “Primato Nazionale”, le sardine non sarebbero né apartitiche né un movimento spontaneo. Praticamente tutti i principali esponenti, infatti, sarebbero militanti vicini o addirittura organici al Pd o alla sinistra.

Ha fatto del resto il giro della rete il video in cui il referente delle “Sardine” a Modena, Jamal Hussein, sale sul palco a fare campagna elettorale per Stefano Bonaccini, candidato dal centrosinistra alla guida dell’Emilia Romagna. Continua a leggere

Ferrajoli e il costituzionalismo mondiale: “la sovranità è un relitto pre-moderno”

Fiorentino classe 1940, Luigi Ferrajoli, oggi docente di Filosofia del Diritto all’Università degli Studi Roma Tre, è anche e soprattutto un ex magistrato che, negli anni Sessanta, figura tra i fondatori di Magistratura Democratica, la corrente di sinistra dell’Associazione Nazionale Magistrati.
Laureato in Giurisprudenza alla Sapienza di Roma nel 1962, Ferrajoli è uno dei principali allievi di Norberto Bobbio, considerato uno dei filosofi della politica più rilevanti del secondo Novecento, nonché intellettuale vicino alla sinistra (nel ’67 partecipa alla costituente del Partito Socialista Unificato; nel ’71 è tra i firmatari della lettera contro il commissario Luigi Calabresi; nel ’84, nominato senatore a vita da Sandro Partini, si iscrive al gruppo socialista per poi passare, nel ’96, al Partito Democratico della Sinistra).

Dimessosi dalla magistratura nel 1975, Ferrajoli ha poi iniziato la sua carriera accademica come professore ordinario nell’Università degli Studi di Camerino.
In questi anni, pubblica diversi articoli sul quotidiano comunista “Il Manifesto” e partecipa a diverse sessioni del Tribunale permanente dei Popoli (TPP), organismo transnazionale fondato a Bologna nel 1979 su iniziativa del (nel frattempo scomparso) senatore socialista antifascista Lelio Basso.

Dal luglio 2006 al marzo 2008 è membro della Commissione di studio per la riforma del codice penale istituita con decreto del Ministero della Giustizia il 27 luglio 2006 dal neo-insediato governo Prodi II: la Commissione è presieduta da Giuliano Pisapia, attuale sindaco di Milano, deputato per Rifondazione Comunista per ben due legislature, oggi europarlamentare per il Pd.

Risale, invece, al 1995 il suo libro “La sovranità nel mondo moderno – Nascita e crisi dello Stato nazionale” *, essenziale per cogliere alcuni aspetti teorici importanti della critica alla sovranità nella dottrina politica, per comprendere l’atteggiamento di una certa giurisprudenza nel favorire la perdita di sovranità da parte degli Stati rispetto alle istituzioni sovranazionali e, non di meno, per osservare ancora una volta l‘humus politico-culturale in cui si sviluppano le idee anti-sovraniste.

Secondo Ferraojoli, la sovranità è “un relitto pre-moderno”, “virtualmente in contrasto” con la “modernità giuridica” di cui è pure “all’origine”. Continua a leggere

Anarchico condannato a 12 anni: uccise 53enne per le sue bretelle “nazionaliste”

Nel dicembre del 2017 era stato fermato a Saragozza per l’omicidio di Víctor Laínez, 53enne ex militare spagnolo “colpevole” di indossare bretelle con i colori della bandiera spagnola. Venerdì scorso, però, Rodrigo Lanza, anarchico 33enne per cui l’accusa aveva chiesto 25 anni di carcere, è stato invece condannato a 12 anni. Secondo il giudice (e i nove membri della giuria), infatti, non aveva intenzione di uccidere. Continua a leggere

Elecciones en España, Vox listo para doblar sus diputados. Aquí los sondeos

Santiago Abascal, líder de Vox

Mañana habrá elecciones en España y, mirando las encuestas, una de las pocas cosas claras es que hay mucha probabilidad que, numéricamente, se repita la parálisis política que nos llevó a las nuevas elleciones, después de solo siete meses y el fracaso del intento del presidente a cargo de formar un gobierno Pedro Sánchez (Psoe). Continua a leggere

Elezioni in Spagna, Vox pronta a raddoppiare. Ecco i sondaggi

Santiago Abascal, leader di Vox

Tre giorni al voto in Spagna e, secondo i sondaggi, una delle poche certezze sembra essere, numericamente parlando, il ripetersi dello stallo che ha portato il Paese a tornare alle urne dopo appena sette mesi e un nulla di fatto da parte del presidente incaricato Pedro Sánchez (Partito Socialista). Continua a leggere