“Per colpa di Salvini ho perso il lavoro”. Ma si era inventato tutto

Vi ricordate il ragazzo dichiaratosi dislessico la cui “grinta” era finita nel mirino di Matteo Salvini?
Ieri, in un video postato dal leader delle “sardine” Mattia Santori, dichiarava che, per colpa dell’ex ministro, rischia ora di perdere il lavoro. “Probabilmente lo ha già perso”, specificava lo stesso Santori, mentre proprio lui, Sergio Echamanov, al suo fianco annuiva e aggiungeva: “mi è stato consigliato anche dal mio avvocato Cathy La Torre“.
Ebbene, oggi, in un post su Facebook che ha ovviamente scatenato una marea di commenti contrariati, ritratta: “La mia avvocata La Torre non mi ha mai consigliato di dimettermi o di allontanarmi dal mondo del lavoro, mai e mai. Ho avuto un refuso, dovuto al grande stress, i tempi stretti“.

Continua a leggere

“1917”, llega al cine una película que no puedes perderte

El director de la película es Sam Mendes, quien ya logró ganar un Oscar por dirigir “American Beauty” en su debut y que ahora, en su última película, “1917”, confirma sin dudas su talento: dos horas de película que te dejan pegado al asiento, gracias a una edición que es adrenalina pura.

Presentado en Londres el 4 de diciembre en presencia de la familia real inglesa y distribuida en los cines estadounidenses el 25 de diciembre, la película fue estrenada en Reino Unido y España hace cuatro días. Continua a leggere

“1917”, un film da non perdere nei cinema italiani dal 23 gennaio

La regia è di Sam Mendes, colui che riuscì a vincere un Oscar per la regia già al suo esordio conAmerican Beauty“.
E che, nel suo ultimo film, “1917”, conferma ancora il suo talento grazie a due ore di film che ti incollano alla poltrona.
Presentato in anteprima a Londra lo scorso 4 dicembre alla presenza della famiglia reale inglese, distribuito nelle sale statunitensi lo scorso 25 dicembre e uscito nel Regno Unito due giorni fa, la pellicola sarà nei cinema italiani a partire dal prossimo 23 gennaio. E vi consiglio di non perdervela.

Continua a leggere

“Sovranità o barbarie”: per un sovranismo socialista (nonostante il Pd)

Sicuramente una delle letture più interessanti proposte negli ultimi anni sul tema della sovranità, “Sovranità o barbarie – Il ritorno della questione nazionale” Meltemi – 2018) è incisivo innanzitutto perché propone una visione della sovranità non “allineata” al sovranismo retorico e reazionario a cui siamo abituati.
Il lavoro del giornalista Thomas Fazi e dell’economista William Mitchell risponde a molte delle domande che ci siamo posti nei precedenti post sul tema e, soprattutto, fa luce su una questione fondamentale: il sovranismo è di destra? La risposta – lo anticipiamo – sembra essere decisamente un ‘no’.

Continua a leggere

Grillo il rinnegato: “bene le sardine contro il linguaggio volgare e incattivito”

Beppe Grillo ha la faccia come il culo.
E la volgarità è d’obbligo se l’urlatore del “Vaffa-day”, l’odiatore della ‘casta’, lo sputacchiatore inferocito, sale oggi sul pulpito e ci fa la morale inneggiando alle ‘sardine’ – così a modo, così educate, che ci liberano da ogni male.

“Le sardine”, osserva, “non reclamano altro che l’igiene della parola. Reclamano una convalescenza vigorosa dalla attuale malattia delle lingue e delle menti che fa sembrare certe espressioni pubbliche un vociare roco di hooligan pronti al balzo, oppure un minacciare gradasso di un capobanda“.

“Anche noi in passato abbiamo un po’ esagerato”, prosegue ‘l’Eletto’ nel suo post odierno, “ma ora non lo facciamo più. E le nostre esuberanze erano un raffreddore rispetto alla peste che osteggiano le sardine“. Continua a leggere