Milano, ecco il nuovo prefetto pronto alle confische per dare un tetto ai clandestini

Sarà il primo prefetto donna di Milano (è già “Repubblica” si è scatenata: “Milano ha una prefetta“) ed arriva nel capoluogo lombardo per sostituire Alessandro Marangoni, andato in pensione lo scorso dicembre. Luciana Lamorgese, avvocato potentino classe ’53, dal 2013 è capo di gabinetto del Ministero dell’Interno, dove ha lavorato a stretto contatto con il ministro Angelino Alfano (attualmente titolare degli Esteri) durante il governo Renzi, occupandosi di accoglienza dopo esser stata già, da prefetto di Venezia – incarico che ha ricoperto dal 2010 al 2012 – commissario per l’emergenza immigrazione, con il compito affidatole dal governo di individuare e gestire le strutture d’accoglienza per tutta la regione Veneto.

Ed è proprio in questa occasione che, intervistata da una tv locale lo scorso 25 maggio 2011, a proposito dell’indisponibilità di Treviso di accogliere immigrati clandestini, dichiarava: “L’ordinanza di protezione civile ci permette anche di arrivare alla confisca. E’ una soluzione estrema ma, se dovesse arrivare un numero considerevole di migranti, dovremo collocarli prendendo tutte le iniziative del caso”.

“Sono sicuro che la collaborazione sarà immediata, intensa e proficua”, ha commentato il sindaco di Milano Giuseppe Sala, eletto dalla coalizione di centrosinistra e recentemente finito nei guai per l’ennesima indagine sull’affare Expo, del quale l’attuale primo cittadino è stato commissario unico. “Ritengo molto positivo”, ha aggiunto, “che a Milano sia arrivata una persona che in questi ultimi anni ha seguito da vicino, come capo di gabinetto del Viminale, le vicende che hanno riguardato la nostra città. Un requisito che auspicavo perché è importante che le tematiche che affronteremo insieme proseguano sulle solide basi di collaborazione già avviate”. Quanto ai suoi meriti sul fronte dell’accoglienza da commissario in Veneto, è possibile trovare qualche cifra simbolica sul sito frontierenews.it che, nel luglio 2011, ricordava i 1455 immigrati nordafricani, per il 70% uomini adulti, accolti dal Veneto in soli due mesi ed impiegati in vari corsi di formazione.

Emmanuel Raffaele, 28 gen 2017

Annunci

Una risposta a "Milano, ecco il nuovo prefetto pronto alle confische per dare un tetto ai clandestini"

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...