Ecco perché Achille e Zeus sono neri nella nuova serie Netflix

Achille e Patroclo amoreggiano sulla spiaggia di Troia nella nuova serie Netflix

Il prodotto in sé, in realtà, non è niente male, anche se l’accoglienza della critica è stata piuttosto tiepida. Ma “Troy: Fall of a city“, la nuova serie Netflix-BBC sulla guerra di Troia e la distruzione della città da parte dei Greci, è riuscita a far discutere di sé soprattutto per un piccolo “dettaglio”: il biondo Achille è interpretato da un attore di colore.

A vestire i panni dell’eroe omerico, mitologicamente noto appunto per la “bionda chioma”, è infatti David Gyasi, attore inglese di origini ghanesi. E non è l’unico caso che balza all’occhio. Accanto a lui, fedele amico e amante, troviamo infatti l’attore nero sudafricano Lemogang Tsipa nel ruolo di Patroclo. E poi ancora – quasi un sacrilegio per i puristi – è interpretato da un attore di colore anche Zeus, il padre degli dei, nonché il leggendario pro-genitore dei Romani, Enea: a vestire i loro panni, infatti, sono rispettivamente l’anglo-nigeriano Hakeem Kae-Kazim e Alfred Enoch, anglo-caraibico. Continua a leggere

Annunci

Londra, attori bianchi sostituiti con attori neri sulle pensiline di Brixton

Risultati immagini per Young activists cover London bus stops with mock-up film posters replacing white actors with black peopleVia gli attori bianchi, al loro posto attori neri. La “sostituzione etnica” virtuale è andata in scena pochi giorni fa nel quartiere di Brixton, a Londra, laddove gli spazi sulle fermate degli autobus dedicati a posters e pubblicità sono stati coperti con le locandine “ritoccate” di diversi film molto noti al grande pubblico. Titanic, Harry Potter a molte altre pellicole di fama internazionale, ma con una “piccola” modifica: gli attori non erano quelli originali, ma attori di colore. Continua a leggere